La melanzana per noi è il vero cibo dell’estate. Quello cioè che mette d’accordo tutti, davvero tutti qui.

Ce la mangeremmo anche cruda se potessimo o a insalata.

Non ricordo di avere avuto questa passione per la melanzana da bambina. Credo ne stessi abbastanza alla larga, essendo i pomodori gli unici ortaggi che incontravano la mia simpatia. Forse perché erano anche gli unici ad avere un odore e a crescere su una pianta profumata, che quando si andava nell’orto era bello passarci le mani.

Con il tempo la melanzana ha surclassato il pomodoro di parecchie posizioni e l’arrivo di giugno è salutato da una padella sul fuoco pronta a friggere quelle che diventeranno le melanzane per la parmigiana.

Quest’anno, però, c’è venuta voglia di uscire dal seminato. Bene la tradizione, bene i timballi, la pasta alla norma, le melanzane grigliate ma perché non provare nuovi accostamenti? Già. Perché?

In questi anni, vi raccontiamo brevemente come è andata, siamo stati introdotti nel ricchissimo e multicolore mondo del social food. Di quel cibo cioè che, ahinoi, si può mangiare solo con gli occhi. Abbiamo spulciato, visto, commentato, segnato, ragionato ma quasi mai ci siamo provati in una di queste succulente ricette.

Siamo andati dunque a rivedere gli appunti presi, gli screenshot salvati, gli account IG seguiti ed è venuta fuori l’idea di tentare qualcuna delle ricette delle foodblogger che ci piacciono, riproponendo quasi passo passo i loro piatti, e sostituendo lì dove c’è un generico olio evo o un olio di semi o un altro grasso, il nostro Olio Infiore.

Quello che segue è il nostro primo esperimento. Queste le melanzane ripiene con crema di ceci e yogurt di ConLeManinPasta.

Noi abbiamo scelto due melanzane zebrine viola, che secondo la Grande Madre hanno un sapore più delicato e una pasta più compatta. Le abbiamo tagliate in due e ne abbiamo inciso la polpa, formando una griglia. Un pizzico di sale e le abbiamo sistemate nella teglia con 4 spicchi di aglio, 2 pomodori fiaschetto tagliati a pezzettini e un filo d’olio. Le abbiamo infornate a 180° per 50 minuti. Devono diventare belle tenere perché la polpa deve venir via con facilità.

Nel frattempo abbiamo preparato la crema di ceci frullando 200 g di ceci lessati con 3 cucchiai di yogurt magro, 1 punta di tahini, il succo di mezzo limone, 3 o 4 foglioline di menta e del pepe bianco. Una volta cotte, abbiamo svuotato le melanzane della loro polpa e l’abbiamo aggiunta alla crema di ceci, incorporando il nostro olio fino a ottenere una crema densa e omogenea.

Con questa crema, abbiamo riempito le barchette di melanzane, vi abbiamo aggiunto i 3 pomodori tagliati a pezzettini e della menta e … il resto potete immaginarlo. Sono buonissime!

Non avremmo mai pensato di abbinare i ceci stile hummus alla melanzana. Soprattutto non lo avrebbe mai pensato la Grande Madre, la cui opinione per noi è la vera prova del nove. Ma anche lei ha dovuto mettere da parte quel pizzico di diffidenza con cui si avvicina alle cose nuove e “sono squisite, dobbiamo rifarle.”

Ha detto squisite. Oh yeah!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>